Paolo Villa

Nato a Milano nel 1973, ha studiato alla Scuola Civica di Musica diplomandosi in Pianoforte con il massimo dei voti al conservatorio “G. B. Martini” di Bologna; si è poi perfezionato nei due anni successivi all’Accademia di alto perfezionamento di scuola russa di Chioggia (Venezia). Al conservatorio “G. Verdi” di Milano ha frequentato i corsi di Composizione principale e di Musica Vocale da Camera diplomandosi inoltre in Clavicembalo. I successivi corsi di perfezionamento lo portano a seguire il ramo dell’opera lirica, inizialmente come maestro sostituto e successivamente anche come direttore d’orchestra. Tra i più importanti: corso di Accompagnamento Operistico e Analisi Musicale delle partiture al conservatorio milanese; “Gubbio Festival” in Umbria; corsi di direzione d’orchestra sinfonico-lirica all’Accademia di Todi (Umbria) e al Teatro Sociale di Como. Nel 2001 si è diplomato in Direzione d’Orchestra sull’Opera Lirica alla “R. Accademia Filarmonica” di Bologna collaborando poi ai successivi corsi di direzione come Assistente. Maestro Accompagnatore ufficiale a vari Masterclass e Concorsi internazionali di Canto Lirico. Tra questi: “Concorso internazionale A. Colzani”; “Concorso internazionale G. Taddei” e successiva Masterclass con il Maestro Taddei; “Corsi internazionali di Canto Lirico V. Terranova”;
“Laboratori Lirici” di Budrio-Bologna; Stage “The Music of Puccini”. Diverse le collaborazioni con associazioni musicali nazionali: “As.Li.Co.” con il progetto “Opera domani.. “OpeCam” e “Felix Company”, due associazioni liriche milanesi con le quali ha lavorato come maestro sostituto e ha poi debuttato come direttore “Barbiere di Siviglia”, “Traviata”, “Trovatore” e “L’elisir d’amore”; “Edipo” di Bologna nella messa in scena di operette; “Scena Musicale” di Bologna con la quale ha collaborato assiduamente per diversi anni in qualità di pianista, maestro sostituto e direttore d’orchestra; è stato Assistente per le opere “Madama Butterfly”, “Tosca”, “Boheme”, “Pagliacci”, “Die Fledermaus” e direttore per “Canterina”, “Dirindina”, “Il maestro di musica” e “Il Barbiere di Siviglia”. Dal 2005 viene assunto al Teatro di Stato di Smirne (Turchia) come maestro sostituto e cembalista; l’anno successivo debutta in “Orfeo ed Euridice”, “Il matrimonio segreto” e, al teatro antico di Efeso, “Imeneo”. Dirige anche alcune repliche di “Nozze di Figaro”, “Idomeneo”, “Traviata” e “Boheme”. Nel 2008 viene invitato al Teatro di Stato di Istanbul, con cui nasce subito una stretta collaborazione musicale-artistica sia come maestro sostituto che come direttore d’orchestra; dal luglio 2009 lavora stabilmente in questo teatro. È invitato regolarmente nei conservatori e nei più grandi centri culturali per fare master class sullo stile italiano dell’opera lirica.
Nel 2007 gli è stato conferito dall’ Associazione Nazionale U.N.C.A.L.M. il Premio Puccini